Cerca articoli, video, argomenti..

#iononsclero – in mostra fino al 15 novembre a Padova

Inaugurata al Centro Sclerosi Multipla dell’Azienda Ospedaliera di Padova la mostra “IO NON SCLERO alla presenza di pazienti, familiari, medici e operatori sanitari, riuniti in un momento di condivisione e dibattito con al centro le storie di chi affronta ogni giorno la malattia, con coraggio e sguardo rivolto al futuro. L’iniziativa fa parte della campagna di informazione IO NON SCLERO, sviluppata da Biogen e dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) in collaborazione con l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e con il patrocinio della Società Italiana di Neurologia (SIN). L’Atrio del Monoblocco (Via Giustiniani 2)  ospiterà fino al 15 novembre un’esposizione di dodici tavole artistiche dedicate alle tante storie inviate nei mesi scorsi dai pazienti e pubblicate sul sito www.iononsclero.it.

Sono tavole piene di vita e gratitudine, realizzate da persone vere che, nonostante la malattia, hanno saputo costruire vite felici, dimostrando che la felicità non è qualcosa di lontano o di irraggiungibile, ma che si costruisce con quello che si ha, con la vita che ci si trova a vivere.

La sclerosi multipla colpisce circa 114 mila italiani, con oltre 3400 nuove diagnosi stimate ogni anno. I sintomi della malattia riguardano il sistema motorio e cognitivo, con un decorso cronico e un andamento progressivamente invalidante, che incide in modo rilevante sulla qualità di vita.

Fino a qualche anno fa le terapie per il trattamento della sclerosi multipla erano poche e spesso l’evoluzione della malattia portava i pazienti a dover ricorrere a una sedia a rotelle, con un impatto fortemente invalidante. –  spiega la dott.ssa Paola Perini del Centro Sclerosi Multipla dell’Azienda Ospedaliera di Padova – oggi abbiamo molte più armi terapeutiche a disposizione e siamo in grado di contrastare l’evoluzione della malattia. Purtroppo non esiste ancora una cura, ma i passi avanti sono stati notevoli. IO NON SCLERO mette in luce in modo chiaro la realtà attuale della sclerosi multipla, fatta di persone che affrontano la malattia con forza e coraggio, mantenendo spesso una buona qualità di vita”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.