Cerca articoli, video, argomenti..

Diabete: ancora troppo sottovalutato il legame con le malattie cardiovascolari

Rispetto a una persona sana, chi ha il diabete ha rischio di morte doppio e addirittura 4 volte maggiore di subire un infarto o un ictus. Ma la conoscenza del legame tra diabete e malattie cardiovascolari rimane bassa, anche e soprattutto tra coloro che soffrono di diabete.

Sono stati appena pubblicati i risultati preliminari di un’indagine che si concluderà a marzo 2018, promossa dall’International Diabetes Federation (IDF) e l’azienda Novo Nordisk denominata “Taking Diabetes to Heart”; ha coinvolto sinora 943 partecipanti in 32 Paesi, formulando questionari on line in più di 17 lingue.

Tra le persone con diabete di tipo 21 su 3 si considera a basso rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari, 1 persona su 4 non è mai venuta a conoscenza né ha ricevuto informazioni rispetto al rischio di malattie cardiovascolari, anche a distanza di anni dalla diagnosi di diabete di tipo 2 e 1 persona su 6 dichiara di non aver mai parlato con il medico o il team diabetologico di questo rischio.

Attualmente sono 425 milioni gli adulti nel mondo che convivono con il diabete, la maggior parte con quello di tipo 2. Le malattie cardiovascolari, che includono infarto, cardiopatia coronarica e arteriopatia periferica, rappresentano la principale causa di disabilità e morte nelle persone con diabete di tipo 2.

“I risultati preliminari dell’indagine Taking Diabetes to Heart sottolineano l’importanza della sensibilizzazione riguardo alla correlazione tra diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari per promuovere prevenzione, diagnosi tempestiva e cure adeguate allo scopo di ridurre l’attuale impatto che le due condizioni comportano” ha dichiarato Shaukat Sadikot, Presidente uscente di IDF. Con l’aumento di pazienti di diabete di tipo 2 a livello mondiale, la miglior conoscenza del legame tra queste due condizioni è più che mai necessaria”.

Taking Diabetes to Heart – www.idf.org/takingdiabetes2heart/survey – è finalizzata a raccogliere informazioni sui comportamenti che aumentano il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari tra le persone con diabete di tipo 2, e a predisporre strategie di difesa e supporto dei pazienti, per migliorare la salute e il benessere della popolazione.

I dati raccolti con l’indagine Taking Diabetes to Heart serviranno a definire le azioni necessarie per migliorare le condizioni di salute delle persone con diabete di tipo 2. L’iniziativa culminerà in una relazione completa con risultati e risorse specifiche per paese a sostegno della conoscenza e consapevolezza delle malattie cardiovascolari tra le persone con il diabete di tipo 2 in tutto il mondo.

Per maggiori informazioni e per partecipare all’indagine Taking Diabetes to Heart, è disponibile il sito www.idf.org/takingdiabetes2heart. Per maggiori informazioni sul diabete e sulle malattie cardiovascolari è possibile visitare il sito www.idf.org/cvd

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.