Cerca articoli, video, argomenti..

I disturbi della visione legati all’invecchiamento

disturbi invecchiamento

Sappiamo di avere passato i quarant’anni quando, apparentemente da un momento all’altro, iniziamo a prendere le misure; il libro o il telefonino si allontanano e si avvicinano nella speranza di una messa a fuoco. Benvenuta Presbiopia!

La Presbiopia è un difetto della visione causato dalla sclerosi del cristallino. E’ un appuntamento, non esistono strategie di prevenzione. Occorre cominciare ad usare occhiali da lettura o pensare alla correzione laser o chirurgica della presbiopia. In generale la maggior incidenza delle malattie dell’occhio si verifica in età avanzata: la cataratta e la degenerazione maculare senile sono due dei più diffusi disturbi della visione dovuti a stress ossidativi connessi con la vecchiaia. Alla base di queste malattie ci sono infatti processi di ossidazione e di infiammazione a carico delle strutture dell’occhio, particolarmente sensibili sia agli effetti della luce, sia ai fenomeni metabolici che nel tempo, se non contrastati, possono compromettere la capacità visiva. Esiste una possibilità di prevenzione?

IMG_4626Ne parliamo con il dottor Lucio Buratto, medico oculista e Direttore Scientifico del Centro Ambrosiano Oftalmico di Milano.

 Quali sono le patologie dell’occhio correlate all’invecchiamento?

Certamente la Cataratta e la Degenerazione Maculare. Vi sono poi patologie di derivazione sistemica spesso legate all’avanzare dell’età, penso alla Retinopatia diabetica o al Glaucoma.

Quali sono i fattori di rischio?

Esiste una predisposizione genetica, una familiarità, l’età avanzata, ma anche il fumo di sigaretta, l’ipertensione, il sovrappeso e l’esposizione prolungata ai raggi solari senza adeguata protezione.

 Quali sono le strategie preventive generali da mettere in atto?

La prevenzione è uno stile di vita che deve appartenere a tutte le età. L’occhio, per contrastare i fenomeni ossidativi ha naturalmente sviluppato un sistema di difesa composto da enzimi e sostanze antiossidanti, come vitamine, minerali e acidi grassi polinsaturi, che devono essere forniti con la dieta.

Fin da bambini una corretta alimentazione a base di frutta, cereali, verdure, soprattutto quelle a foglia verde scuro e alimenti ricchi di omega 3, come salmone, semi di lino e noci, consente di assumere tutte quelle vitamine e grassi utili per favorire la salute dell’occhio.

Si può prevenire la Cataratta?

La Cataratta è essenzialmente l’opacizzazione del cristallino.  Questo disturbo comporta una progressiva diminuzione della vista a causa dell’offuscamento sempre maggiore. E’ una condizione naturalmente connessa all’invecchiamento, come l’ingrigirsi dei capelli. Il trattamento chirurgico è la scelta terapeutica d’elezione e consiste nella rimozione del cristallino opacizzato e nell’inserimento al suo posto di una lente artificiale; con un cristallino appropriato in tale situazione si possono anche correggere difetti visivi importanti preesistenti o correggere la presbiopia e quindi poter poi condurre una vita senza occhiali.

Cosa fare per prevenire il Glaucoma?

Il glaucoma è una grave patologia causata dall’incremento della pressione all’interno dell’occhio associata a una progressiva compromissione del campo visivo. La prevenzione secondaria è fondamentale, l’unica via è effettuare dopo i 40 anni d’età la misurazione della pressione dell’occhio, sottoponendosi a una visita oftalmologica completa una volta ogni due tre anni.

Cosa fare per prevenire la Degenerazione Maculare?

La degenerazione maculare senile consiste in una alterazione progressiva della parte centrale della retina, la macula lutea, che può arrivare a causare la perdita completa della visione. Molti studi scientifici hanno dimostrato che UNA alimentazione APPROPRIATA può rallentare l’evoluzione della malattia: molto benefiche risulterebbero le vitamine A ed E, il beta-carotene, la luteina, lo zinco e il rame, oltre a una dieta a basso contenuto di grassi e a elevato consumo di frutta, verdura e omega 3.

Qual è il suo consiglio?

Non sottovalutare mai i primi sintomi, proteggere gli occhi dai raggi ultravioletti con l’uso di occhiali da sole; sottoporsi a regolari visite oculistiche; non fumare; seguire una alimentazione appropriata , assumere molta acqua , mantenersi in peso forma e controllare la pressione sanguigna.