Cerca articoli, video, argomenti..

Protettori gastrici. Se presi a lungo possono essere pericolosi

 

schermata-2016-09-15-alle-07-25-09

Sono tra i farmaci più venduti in farmacia, si tratta degli inibitori di Pompa Protonica (PPI) e sono comunemente chiamati Protettori Gastrici. Seppure abbiano rivoluzionato il trattamento di alcune importanti patologie gastriche, assumerli a lungo e magari a elevati dosaggi comporta concreti pericoli per la salute.

 Ne parliamo con il Professor Gioacchino Leandro, Presidente dell’Aigo e Direttore della OUC di Gastroenterologia dell’IRCCS Saverio De Bellis di Castellana Grotte (Bari).

Ultimamente come AIGO avete posto l’accento sull’abuso degli IPP e molti Studi Scientifici rivelano danni per la salute dal loro uso prolungato.

 Innanzitutto dobbiamo chiarire e ribadire l’importanza dei nomi. Definire “Protettori Gastrici” farmaci che hanno un’azione specifica, per patologie specifiche è altamente fuorviante: non proteggono, non hanno un’azione per così dire cosmetica. Letteralmente inibiscono l’azione della pompa protonica. La definizione “protettore gastrico” induce all’errore e quindi all’abuso, non solo le persone – che ne fanno un uso spesso inappropriato – ma anche i colleghi medici che corrono il rischio di effettuare errate prescrizioni. Sono farmaci con indicazioni precise e effetti collaterali che devono essere sempre valutati dai medici. Sono indubbiamente troppo e mal utilizzati.

Qual è il rimedio dunque all’acidità?

 Sfatiamo anche l’associazione acidità/allarme. Lo stomaco è un ambiente acido; è grazie all’acidità che può compiere il suo compito fisiologico. Il problema nasce quando le secrezioni acide risalgono l’esofago; i motivi possono essere diversi, dalla presenza reale di alcune patologie a fenomeni di reflusso o iperacidità dovuti allo stile alimentare, allo stress. I motivi sono molti. La cosa veramente importante è non affidarsi all’autocura. Sopprimere un sintomo, senza individuare le cause e spesso ragione per problemi ancora maggiori.

Quali sono i rischi legati all’uso prolungato degli IPP?

Vi sono numerosi studi scientifici che mettono in relazione l’uso prolungato degli IPP a diverse condizioni più o meno rischiose. Quel che è certo è che esiste un nesso diretto, un fattore di rischio accertato tra uso prolungato dei IPP e i Polipi del Fondo Gastrico. I Polipi del fondo Gastrico si formano come reazione ad una infiammazione cronica nelle cellule che rivestono l’interno dello stomaco, sono spesso asintomatici ma sono molto pericolosi.

Qual è il suo consiglio?

Il mio consiglio è sempre quello di avere il più possibile uno stile di vita sano, di consultare il medico per approfondire le cause di un dato sintomo, assolutamente mai fare uso degli IPP a scopo preventivo e per lunghi periodi.